Via Giolitti, 45 61100 Pesaro (Italia) Tel. e Fax +39.0721.415037
E.Mail
info@dinobrisigotti.com   http://www.dinobrisigotti.com 

 

PREAMBOLO
Ma le leggi non devono tutelare i diritti dei singoli cittadini?
Devono sempre essere osservate, anche se ingiuste?
E in tal caso, chi si schiera veramente in loro difesa?
Sono diverse le opinioni di persone che si confrontano su questo delicato argomento;
credo che una legge che si presta a diverse interpretazioni, è da buttare.
La legge, secondo il mio punto di vista, va applicata con buon senso
e, come un vestito, va adattata all'individuo.

Esprimi la Tua opinione su quanto segue

» COSA NE PENSI DELLE LEGGI
» COMPORTAMENTO NELLE ROTATORIE
» FOSSATO
» ... E IO PAGO !
» SCANDALI
» UNA SPINA SUL FIANCO
» MASSAGGIO GRATIS !
» COME FARE SOLDI!
» ... E COME SPENDERLI
» ATTENTATO ALL'ARTE
» VIDEORED
» STATO DI EBBREZZA

 
 
 

UNA ROTATORIA ALL'ITALIANA

Vi siete mai chiesto quale comportamento tenere in prossimità e in corrispondenza delle rotatorie? (tante volte!)
Devo ammettere che è un argomento oggetto di diverse opinioni a confronto, perché non esistono normative precise che regolano la circolazione all'interno delle stesse.
Le nuove rotatorie hanno stravolto completamente il vecchio concetto; non è più un incrocio, ma un agglomerato di incroci e pertanto, secondo il mio punto di vista, richiedono nuove regole che illustro qui sotto:

 
 

ATTENZIONE:
stiamo adottando un comportamento nelle intersezioni a rotatoria secondo la tradizione del
"chi è dentro passa prima" ed è molto funzionale, ma dovete sapere che questa norma è in netto contrasto con le prescrizioni imposte dai segnali di precedenza posti in corrispondenza dell'intersezione perchè, così facendo: stiamo dando precedenza a chi non ce l'ha (quello di sinistra) e la pretendiamo su chi ce l'ha (quello di destra).

NORMA GENERALE
SULLA PRECEDENZA
 
Quando due veicoli stanno per impegnare una intersezione, ovvero laddove le loro traiettorie stiano comunque per intersecarsi, si ha l'obbligo di dare precedenza a chi proviene da destra, salvo diversa segnalazione

 

mi spiego:
Nell'incrocio 1, secondo le attuali norme previste dal Codice della strada, l'ordine di precedenza è: C - B - A
Nell'incrocio 2  l'ordine di precedenza è uguale: C - B - A perchè tra i veicoli B e A vale la norma generale della precedenza a destra
Nell'incrocio 3 l'ordine di precedenza non cambia: C- B - A perchè negli incroci privi di segnaletica verticale vale la norma della precedenza a destra (il segnale "ROTATORIA" non modifica le norme di precedenza).
Se si analizza l'incrocio 4, l'ordine di precedenza diventa motivo di diverse e soggettive interpretazioni; (a dimostrazione di ciò, si provi a risolvere l'enigma); secondo le attuali norme di circolazione nulla è cambiato: viene ripristinata la norma generale della precedenza a destra e l'ordine di precedenza è sempre lo stesso: C - B - A come nell'incrocio 2 ( il DARE PRECEDENZA A DESTRA E A SINISTRA è un segnale non adatto alle rotatorie perchè rende
illegittima la norma del "chi è dentro passa prima").
Quindi, per garantire la continuità della circolazione all'interno della rotatoria è necessario introdurre le normative qui di seguito elencate:

1 – ruotare il segnale triangolare "ROTATORIA" sull'asse orizzontale di 180°, inserirlo nei segnali di precedenza e attribuirgli il nuovo significato: "DARE PRECEDENZA A SINISTRA"
L'ordine di precedenza nell'incrocio 3 sarà  inconfutabile:  A B C (come volevasi dimostrare) e la continuità della circolazione all'interno sarà garantita.
Il veicolo B prima di entrare nell'incrocio darà precedenza al veicolo A che proviene da sinistra; una volta dentro sa di avere precedenza rispetto ai veicoli di destra e così per tutti i veicoli entranti.
2 - divieto di sorpasso assoluto mantenendo la propria posizione rispetto agli altri veicoli onde evitare di tagliare la strada a chi percorre la corsia di destra (questa norma di comportamento è già prescritta dal codice della strada).
3 - il rispetto di un limite massimo di velocità: 30 km/h; a tal caso risulta facile valutare la distanza e i tempi di avvicinamento degli altri veicoli specialmente per i pedoni quando attraversano la strada in prossimità dell'intersezione (anche le ruote dentate se si ingranano alla stessa velocità periferica non "grattano").
4 – quando si effettuano le svolte osservare lo stesso comportamento previsto nelle normali intersezioni, come rappresentato nell'ultimo riquadro:
- la svolta a destra si effettua tenendosi nella corsia di destra (A)
- la svolta a sinistra si effettua tenendosi nella corsia più a sinistra del proprio senso di marcia (B)
- per proseguire diritto si possono utilizzare tutte e due le corsie
Qualora una rotatoria fosse provvista di tre o più corsie, la corsia di sinistra sarà riservata esclusivamente alla svolta a sinistra.
L'introduzione del nuovo segnale manderebbe in pensione  il
"chi è dentro passa prima" alquanto discriminante e molto pericoloso perché potrebbe indurre gli automobilisti ad aumentare la velocità per poter entrare prima degli altri

VECCHIA SEGNALETICA NUOVA SEGNALETICA

Si provi ad immaginare, nella seconda ipotesi, i vantaggi che ne derivano sotto il profilo pratico:
- un'intersezione con un solo segnale per una migliore visibilità,
- precise norme di comportamento e dinamica inconfutabile in caso di collisione
Sotto il profilo economico, la spesa necessaria per il posizionamento della nuova segnaletica è ridotta di circa la metà e senza costi aggiuntivi di manutenzione (più di cinque segnali in meno per ogni rotatoria esistente nel territorio nazionale ed europeo). Un risparmio notevole che può essere devoluto a sostegno delle zone terremotate dell'Emilia-Romagna.
Tutto ciò con tre sole parole: DARE PRECEDENZA A SINISTRA ! 

Morale della favola: quello che non c'è, non costa e non si rompe!
 
« TORNA IN HOME PAGE
 
U.R.L. http://www.dinobrisigotti.com  
E.Mail
info@dinobrisigotti.com

Via Giolitti, 45 61100 Pesaro (Italia)
Tel. e Fax +39.0721.415037